Cetina

Cetina

Potrebbe sembrare strano, ma per comprendere appieno la bellezza e la forza della Cetina, vi consigliamo di risalire il fiume sino alle sue sorgenti. Pagaiando per le acque dei fiumi, capita spesso che le loro sorgenti restino nascoste tra le montagne da cui sgorgano. Nel caso del maggior fiume della Dalmazia, invece, l’escursione che porta alle sue sorgenti è di per sé un’avventura che regala sensazioni uniche e irripetibili, degne d’essere immortalate su Instagram.

Dalmatia Explorer Adventure & Eco Tours

A due passi da una chiesetta paleocroata del IX secolo, c’è un laghetto straordinariamente limpido e azzurro sulla cui superficie erompono le acque fredde della Cetina. Un laghetto che sembra un invito a immergersi nei suoi cento metri d’abisso e che, invece, va interpretato come un invito a esplorare il fiume per tutta la sua lunghezza.

Se decidete di partecipare a un’escursione di mezza giornata, il punto più vicino per entrare nelle acque della Cetina è Omiš (Almissa), che un tempo era la roccaforte dei corsari locali e che oggi, invece, vive la vita di una ridente cittadina che deve la propria fama certamente al fiume, ma anche alle pareti rocciose che ne dominano il corso e alla Fortica che, custodendo il ricordo del glorioso passato d’Omiš, offre un’incredibile veduta panoramica a 360°. A circa sei chilometri da qui c’è un mulino che è anche il punto di partenza per brevi tour in kayak. Le piacevoli atmosfere e l’ottima cucina del luogo sono un vero e proprio must tra i turisti contemporanei, mentre il tour è adatto anche a chi non è particolarmente avvezzo a pagaiare, come le famiglie con bambini per le quali quest’escursione rappresenta il perfetto connubio tra il relax e il piacere di trascorrere mezza giornata all’aria aperta.

 

Se siete appassionati delle avventure outdoor, la Cetina ha in serbo ancora tante sorprese. Innanzitutto il popolarissimo rafting, con alcune agenzie specializzate che organizzano discese dal villaggio di Zadvarje che è anche il punto da cui partono le escursioni verso il Biokovo, amena località di montagna protetta con l’istituzione dell’omonimo parco naturale. La combinazione di tratti pianeggianti e, quindi, più tranquilli, e di tratti selvaggi e pieni di rapide è la ricetta ideale perché il tempo trascorso praticando il rafting per due ore e una decina di chilometri sembri breve come un battito di ciglia… E vedrete che batticuore davanti al salto di quattro metri – vivamente sconsigliato ai cardiopatici – della maggiore e più nota delle rapide della Cetina!

 

Vista la lunghezza del suo corso, i tratti superiori della Cetina offrono anche ottimi spunti per chi preferisce il kayak, in particolare nei pressi del paesino di Trilj. Grazie a una strada marcata che conduce ai beni storici più significativi della zona, Trilj è anche un eccellente punto di partenza per scoprire a piedi alcuni segreti della regione, come i resti d’un accampamento romano, alcune torri difensive e vari ponti. Sarebbe davvero un peccato non dedicare un po’ del proprio tempo ai territori alle spalle della Cetina, soprattutto quando, stanchi dalle fatiche della giornata, sarete irresistibilmente attratti dai profumi e dai sapori di alcune delizie gastronomiche tipiche del luogo, come la carne di rana, i granchi di fiume e il celeberrimo prosciutto crudo locale.