Zrmanja

Zrmanja

Volete placare la vostra sete d'adrenalina pagaiando per le rapide più selvagge della Croazia e poi, al soave gorgoglio dell’acqua del torrente, proseguire la discesa sino al mare? Non dovete perder tempo a cercare sulle carte geografiche: tutte le strade dell’avventura portano al fiume Zrmanja e alla sua bellezza, un tempo indomita e selvaggia, oggi parzialmente addomesticata. Il corso serpeggiante di questo fiume carsico lungo quasi settanta chilometri solca le rocce calcaree di ben sei canyon. Stracolma di contrasti e di bellezza primordiale, e con un ricchissimo patrimonio di flora e fauna, la Zrmanja, durante la sua corsa verso il mar Adriatico, saprà conquistarvi come nessun altro fiume.

Aleksandar Gospić

Il suo tratto inferiore attraversa campi fertili e pianure, al contrario dei suoi tratti superiori che, invece, soprattutto nei mesi primaverili, diventano il regno delle rapide e, dunque, il poligono ideale per tutti gli amanti dell’adrenalina e per chi ha il coraggio di affrontare la discesa del fiume praticando il rafting che, in quella stagione dell’anno, riserva emozioni estreme.

Aleksandar Gospić

Se, invece, preferite una bella pagaiata rilassante con tutta la famiglia, non perdetevi d’animo, perché la Zrmanja, soprattutto nei mesi estivi, ha anche tratti tranquilli.

Dalla cittadina di Obrovac sino alla sua foce, questo fiume è completamente navigabile e quieto. Lungo le sue rive si susseguono edifici fortificati che sono il retaggio del passato agitato di queste terre, mentre ciò che resta dei tanti mulini (tra i quali spicca quello sulla cascata Janković) ci ricorda l’importanza del fiume per la vita e la prosperità della gente di questi luoghi. Pagaiando per i tratti più placidi, tirate il fiato e scoprite bracci nascosti dove fare il bagno, mentre le pareti rocciose incombenti, alte oltre duecento metri, colmeranno il vostro animo di un piacevole senso di sicurezza.

 

Uno dei canyon più spettacolari è quello tra Kaštel Žegarski e la cascata d’Ogar dove, andando per acque color smeraldo, ci si fa largo tra pareti rocciose e strettoie, attraversate le quali si sfocia nelle acque della Krupa. Unendo le proprie forze alle acque di questo torrente al tempo stesso incantevole e schivo, la Zrmanja dà vita a meravigliose barriere tufacee semicircolari che sono all’origine del Visoki buk, la maggiore cascata del fiume. Dopo la “tempesta” delle cascate e dei canyon, segue la “quiete” delle campagne: siamo arrivati a Muškovci, dove di solito finiscono tutte le escursioni. Dopo quest'avventura, vi verrà voglia di esplorare ogni angolo della Zrmanja: quale migliore occasione di un bel safari fotografico di due giorni?

Zoran Jelača

Gli antichi sentieri in macadam prenderanno il posto delle acque dei torrenti, rivelandovi tutta la bellezza scenografica e qualche misteriosa leggenda di questo magico territorio, soprattutto lungo le rive della Krupa. Venite, vi aspettiamo a braccia aperte!