Zrmanja

Zrmanja

Lo sapevate che il canyon del fiume Zrmanja (o Zermagna, in italiano) era tra le originali locations nelle quali, negli anni Sessanta del secolo scorso, furono girati i leggendari film sulle avventure del capo indiano Winnetou? Lo sapevate che l’area del canyon della Zrmanja e del suo affluente Krupa è compresa all’interno del Parco Naturale del Velebit (Alpi Bebie), il maggior territorio protetto della Croazia?

 

Ora che lo sapete, non c’è nulla che vi fermerà dal radunare amici e parenti e calarvi per le acque di questo fiume: il rafting sulla Zrmanja vi premierà con la straordinaria bellezza di questa destinazione e vi farà capire perché fu scelta per girarvi tante scene che sono entrate nella storia del cinema.

 

Questo meraviglioso fiume carsico, la sua acqua limpida e trasparente, le sue barriere e le sue cascate tufacee e uno dei canyon più suggestivi d’Europa danno vita alla cornice ideale per vivere un’irresistibile avventura. Il suolo tipicamente carsico e il mescolarsi del clima di montagna con quello mediterraneo hanno creato una magica combinazione di vegetazione rigogliosa in un ambiente montano incredibilmente esotico. Per vivere appieno l’emozione del rafting sulla Zrmanja, dovete avere anche un briciolo di fortuna e capitare qui in primavera o in autunno, cioè subito dopo le forti piogge che caratterizzano quei periodi dell’anno e che, gonfiando il fiume, regalano una delle migliori esperienze di rafting di questo lembo d’Europa. Nei tratti dove l’acqua è quieta e tranquilla, pagaierete tra i rumori della vita del fiume; una calma che sarà presto spazzata via dalla forza della natura. Al suo cospetto, resterete senza fiato per un istante, e i brividi correranno lungo la vostra schiena quando apparirà davanti ai vostri occhi la grandiosità del Veliki buk, la “regina” delle cascate della Zrmanja.

In questo luogo il fiume ha creato una barriera tufacea quasi verticale ed ha costretto la propria acqua a gettarsi a capofitto lungo una cascata alta undici metri. Un salto che lasciamo all’acqua del fiume, mentre noi scenderemo dal raft e proseguiremo a piedi seguendo il sentiero all’interno del canyon. Sarà l’occasione giusta per ammirare questo capolavoro della natura e lasciarsi ipnotizzare dal rumore della cascata e dei vortici del fiume.

Proseguendo il viaggio sulle acque del fiume, capirete quel che provano gli uccelli ad ammirare dall’alto ciò che accade continuamente nel loro regno. Con questi pensieri per la testa, sarete pervasi da un forte senso di pace e di gratitudine per essere parte di tanta bellezza. Il fiume e le vostre guide ce la metteranno tutta per farvi provare qualche altra forte emozione “adrenalinica”, magari imboccando le giuste discese (che sembrano più che altro acquascivoli) nei tratti più stretti del fiume. A fine tour, guardandovi alle spalle, non vedrete l’ora di ritornare al punto di partenza e di lanciarvi nuovamente verso quest’incredibile avventura.

 

Nei mesi estivi il livello dell’acqua è solitamente più basso, e la Zrmanja scorre placida e tranquilla. Il rafting, in quella stagione, è praticato su imbarcazioni più piccole e strette, tipo canoe o kayak gonfiabili, e questo per due motivi: primo, perché sono più adatte a navigare nello stretto, dove c’è ancora acqua in abbondanza; secondo, perché queste imbarcazioni, vista la mancanza d’acqua, non rovinano le barriere tufacee. Si tratta di una discesa ristoratrice in cui il fiume vi trascinerà con sé attraverso paesaggi incantati regalandovi tanto fresco e sollievo nelle giornate estive più calde.

 

Giacché il rafting si svolge all’interno del Parco Naturale del Velebit, sarete chiamati a rispettare determinate regole di comportamento al fine di proteggere e preservare l’ambiente naturale circostante. Proprio per questo, il rafting e il canoismo sulla Zrmanja sono organizzati soltanto da quelle agenzie locali che hanno ottenuto il permesso dall’ente parco e si svolgono esclusivamente nel tratto compreso tra il ponte che si trova nel cuore del paesino di Kaštel Žegarski e il ponte di ferro a Muškovci. E se il livello della Zrmanja è così basso che le imbarcazioni potrebbero danneggiare il processo di formazione del tufo, gli appassionati di rafting e il canoismo dovranno attendere tempi migliori.

 

Venite a scoprire perché il fiume Zrmanja è detto “La bella e la bestia”!